Il fattore umano è il motore della digitalizzazione

Nel futuro delle HR c’è senza dubbio la digitalizzazione, ma questa può esistere solo valorizzando ancora di più la dimensione umana.

Lo confermano i risultati della survey dell’Osservatorio Imprese Lavoro Inaz che presentiamo proprio ad HR Business Conference: la trasformazione digitale risponde a desideri e aspettative delle persone (social collaboration e fruizione degli strumenti di lavoro da ogni luogo e in ogni orario in primis) e per compiersi ha bisogno di competenze e visione strategica.

Insomma, robot e intelligenza artificiale funzionano solo se le persone fanno da motore. Ed è proprio questo l’approccio che adottiamo anche nelle nostre attività di ricerca e sviluppo.

Inaz da sempre progetta le sue soluzioni sulla base degli stimoli che arrivano dai clienti e sull’osservazione diretta delle dinamiche della gestione del personale; le nostre soluzioni, come la nuova piattaforma HR Hexperience nascono sulla base di una pluralità di saperi custoditi in azienda e vengono testati, sul campo, da noi per primi. Insomma, hanno davvero un cuore umano.

A cura di Linda Gilli, Presidente e Amministratore Delegato di Inaz